Asparagi

L’asparago nelle ricette

L’asparago è un ortaggio che si consuma in primavera molto tenero, saporito e salutare. Si hanno notizie degli asparagi fin dai tempi antichi e se ne sono trovati addirittura in Mesopotamia e sulle tavole degli antichi egizi. Sulla tavola degli imperatori romani gli asparagi erano presenza fissa. Addirittura li mandavano a prendere con navi apposite chiamate appunto “asparagus”. Dell’asparago ne parlano Teofrasto, Catone, Plinio e Apicio sia della sua coltivazione che del suo uso in cucina. Oggi sono entrati stabilmente nell’alimentazione ed in moltissime ricette.

Gli asparagi in cucina

Gli asparagi sono molto utilizzati in cucina e si possono fare sia crudi in insalata con olio extravergine e limone che cotti; ovviamente se li dovete cuocere meglio se lo fate al vapore altrimenti che conservano tutte le loro proprietà. Per la salute bisognerebbe mangiarne ogni tanto a scopo depurativo.

Quando li comprate dovete scegliere quelli senza macchie strane e con le punte dritte e chiuse, con i gambi duri.

Quali spezie posso abbinarci?

Gli asparagi hanno un sapore molto caratteristico e delicato che può essere esaltato da alcune erbe aromatiche e da alcune spezie. Il primo abbinamento da consigliare è con il dragoncello, con cui potete creare anche salse sfiziose con cui arricchire i vostri piatti. Tuttavia qualsiasi spezia che non ne nasconda il sapore va benissimo. Per esempio senape, pepe bianco o curry ci stanno benissimo.

Controindicazioni

Questa pianta erbacea non presenta particolari controindicazioni se non con riferimento a particolari ipersensibilità. Ma qualunque cosa può essere oggetto di allergie a questo mondo e gli asparagi non fanno eccezione.
L’odore a volte sgradevole, è dovuto alla presenza di asparagina ma non c’è nulla da preoccuparsi, c’è il gusto a compensare.

Come pulire gli asparagi

Anzitutto procuratevi uno spelucchino.  E’ un coltello a manico corto e lama ricurva. Serve a tagliare tutte le verdure ma soprattutto i carciofi e pela come nessuno. Taglia moltissimo con la parte interna. Quindi in campana.

Spelucchino
Spelucchino

Lavateli bene con acqua fredda, ma meno possibile. Le verdure dovete farle stare sotto l’acqua meno possibile. Poi mettetele su un panno da cucina ed asciugateli bene con la carta da cucina. Eliminate la parte bianca dura e pareggiateli in modo da fargli avere la stessa altezza; in questo modo avranno una cottura omogenea. Pelateli sempre con lo spelucchino, andando sempre dall’alto al basso finché non avrete asportato tutti i filamenti. Poi potete o cuocerli interi o tagliarli a rondelle, dividerli a metà o frullarli come volete così fate.

In generale meglio cuocerli al vapore con la pentola che vedete a lato. Se però li volete bollire usate l’asparagera come quella che vi indico a lato e fate in modo che le teste escano dall’acqua o si disferanno. Magari li legate per non farli andare ognuno per conto suo. I minuti in cottura dovrebbero essere una decina e sarà finita quando la forchetta riuscirà ad entrare nel gambo. Attenzione a non eccedere con la cottura o si disfano.

involtini di prosciutto cotto ed asparagi
-->

E' una ricetta molto facile, colorata, che può essere un antipasto o un secondo e che si adatta molto anche ad essere un finger food. E' anche dietetica; le calorie sono molto limitate.

Course Main Course
Cuisine Romana
Prep Time 5 minuti
Cook Time 10 minuti
Servings 4 persone
Calories 150 kcal

Ingredients

  • 8 fettine di prosciutto cotto, non troppo sottili
  • un mazzo di asparagi
  • 2 mozzarelle da 250 grammi l'una
  • qualche foglia di basilico

Instructions

  1. Le fette di prosciutto cotto non devono essere troppo sottili (come le mie) altrimenti andate al manicomio prima di avvolgerle e si disferanno in mano. Inoltre se sono leggermente più spesse potrete dare all'involtino una forma migliore. Ma anche così fanno la loro bella figura negli occhi ed in bocca.

  2. La mozzarella (di bufala è meglio), la tagliate a fettine per quanto possibile sottili. Ovviamente potete usare anche formaggi diversi, tipo la fontina o la provola.

  3. Gli asparagi li pulite. Ossia tagliate via la parte finale troppo legnosa. Se volete qualcosa di più tenero potete togliere i filamenti intorno; ma io li lascio. Poi li tagliate in pezzi medi, dipende da come volete lunghi gli involtini. Ovviamente se dovete fare dei bocconcini di finger food saranno più piccoli e dovrete dividere la fetta di prosciutto a metà per lungo.

    Asparagi
  4. Alternate una fetta di prosciutto, una di mozzarella e 3 pezzi di asparagi. E fate gli involtini.

    Poi li chiudete mettendo lo stuzzicadenti alla congiunzione, avendo cura di farlo passare in due teste di asparagi. La foglia di basilico potete anche metterla dentro, io la metto fuori perché il verde acceso fa più coreografia. Ora spolverate con il sale ed il pepe. Ma potete aggiungere peperoncino, origano ma nessuno vi impedisce di aggiungere le spezie che volete (per esempio, a mio parere l'origano ci sta benissimo).

    Peperoncini piccanti
  5. Infine mettete tutto in forno 10 minuti a 140 gradi. La mozzarella prima si squaglierà e poi si solidificherà, senza ovviamente bruciarsi. In 15 minuti avete fatto una ricetta dietetica che è un piacere per gli occhi e per il palato.

  6. La salsa di asparagi che vedete nella foto davanti agli involtini la trovate nel link. E se avete dubbi sulla bontà del piatto, questo è la mia gatta che è salito sul set mentre fotografavo a mangiarsi tutto.

    Gatto che mangia la salsa di asparagi

Come conservare gli asparagi.

Sia gli asparagi crudi sia quelli cotti li potete conservare nel freezer dove possono stare due mesi.  Se la quantità è grande, dovete stare attenti a separarli in mucchi da scongelare assieme, altrimenti si attaccheranno insieme e dovrete usarli tutti assieme. Nel frigo, all’asciutto in un contenitore trasparente, coperti da plastica da cucina, si mantengono 2 giorni; se li coprite con un panno umido fino a 4 giorni.

 

Etimologia

Il termine asparago deriva dal latino asparagus, che deriva dal greco aspharagos, a sua volta derivato dal persiano asparag,  germoglio.

Proprietà degli asparagi

Potete trovarle su Greenme insieme alle malattie che aiutano a prevenire.

Qui interessa solo mettere l’attenzione sul fatto che sono ricchi di acqua e che contengono solo 40 calorie per ogni 100 grammi ma molte vitamine e sali minerali e che possono entrare stabilmente in qualunque dieta. Sono inoltre poverissimi di grassi e con un colesterolo pari a 0 spaccato. Quindi sono particolarmente indicati a chi vuole perdere peso.

Specie di asparago

La specie degli asparagi sono circa 300, ma solo poche di queste commestibili. In Italia di queste ultime ce ne sono 8, di cui 4 comuni e 4 rare. Le trovate ben descritte su albovastese.it.

La varietà degli asparagi viene determinata dal colore che può essere oltre che verde, anche bianco, rosa o viola. Sono tutti colori molto belli ed accesi. In base al colore varia anche il sapore che va dal delicato del bianco al più intenso del verde. L’asparago viola ha invece un sapore delicato ma più tendente al dolce.


Curiosità.

Il colore viola degli asparagi dipende da una mutazione genetica naturale che gli ha tolto un cromosoma. Il sapore dell’asparago viola è delicato ma tendente al dolce dipende da una mutazione genetica avvenuta in modo del tutto spontaneo e naturale, che ha privato l’asparago di un cromosoma.


È inoltre da considerare la differenza tra l’asparago coltivato (Asparagus officinalis) e l’asparago selvatico (Asparagus acutifolius) detto anche come asparagina, che cresce in modo appunto selvatico in campagna o nei boschi.

Varietà di asparago

Una marea. Si, in Italia abbiamo una marea di varietà di asparagi. Vi potete anche scordare che ve le scriva, ma se volete divertirvi a vedere le caratteristiche di un bel po’ guardate qui.

Nel Lazio ci sono due fiere appositamente dedicate all’asparago entrambe in provincia di Rieti:

Festa degli asparagi ad Ascrea (RI)

Sagra dell’asparago verde a Canino (RI)

Ma qui trovate l’elenco delle sagre in tutta Italia.

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.