Vai al contenuto

Prepariamo l’abbacchio al forno con le patate

L’abbacchio al forno è la ricetta che a Roma si fa a Pasqua. Accompagnato da origano, rosmarino e patate al forno fa sempre la sua figura. Qui non si parla però di contadini, ma della Roma “bene” che, nei momenti di convivialità la domenica si gustava questo piatto, lasciando gli scarti alla povera gente. 

Operazione essenziale è la marinatura della carne che ne determina una parziale cottura (soprattutto perché la carne non è tenerissima) e che deve durare diverse ore. Ci deve stare una parte acida (in genere limone o vino) ed una parte grassa (in genere l’olio) oltre alle spezie che volete (sale affumicato o pepe o altro).

Io c’ho fame, andiamo a cucinare.

Carne a marinare
1 da 1 voto
Stampa

La marinatura dell’abbacchio

E' la prima operazione da fare. L'abbacchio ha le carni belle sode, dal sapore pungente. Quindi è bene marinare la carne per renderla tenera e succosa ed alleggerire un poco questo sapore. Sarebbe un grave errore non farla.

Piatto Base
Cucina Mondiale
Preparazione 2 ore
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • q.b. erbe aromatiche (timo o alloro o quello che vi piace)
  • 100 grammi di olio extravergine
  • 200 cl di vino bianco
  • 2 spicchi di aglio in camicia
  • q.b. di pepe (nero o rosa)
  • q.b. sale affumicato

Istruzioni

  1. La carne dell'agnello va fatta marinare in frigo. La durata della marinatura è determinante perché eccedendo con i tempi la carne perderebbe liquido, asciugandosi. Quindi facciamo questa operazione associando un ingrediente acido come il limone (l'aceto direi di non usarlo se si fa l'abbacchio con le patate) ed uno grasso (che è quasi sempre l'olio extravergine). Poi ci si associano le diverse spezie; per esempio qui metteremo assieme il rosmarino (anche perché va anche nelle patate arrosto), ed il sale affumicato che con la carne va particolarmente bene.

    Questo articolo spiega perché lavare la carne è comunque un errore. Toglie alcuni cattivi odori ma rischia di compromettere la salute dei commensali a causa della diffusione della carica batterica.

    Frigorifero

Come marinare la carne d'agnello

  1. Tritare non troppo finemente le erbe aromatiche gradite.

    Spezie tritate grosse
  2. Schiacciare gli spicchi di aglio senza sbucciarli.

    Aglio in camicia
  3. In una boule, mettere gli ingredienti con un dito d'olio. Bagnarli con la marinatura e coprire con pellicola di plastica per evitare si secchi. Lasciare riposare in frigorifero per 3 ore.

    Trascorso questo tempo, allontanare i pezzi della marinatura, e bagnarli leggermente con la stessa prima di cuocerli.

    Carne a marinare

Cuciniamo l’abbacchio al forno con le patate

Dopo averlo preparato cuciniamo l’abbacchio in forno ventilato. La temperatura interna dovrebbe essere tra i 65 e gli 80°. Per raggiungere la temperatura ottimale, si può mettere una sonda all’interno  che ci avvisi quando si raggiunge. La temperatura esterna dovrebbe essere invece tra i 120 ed i 130°. Per quanto tempo? Dipende molto dal forno e soprattutto dalla grandezza del pezzo. Diciamo che una quarantina di minuti dovrebbe andare bene per la maggior parte dei casi. Più la alzate, più l’esterno sarà cotto e l’interno crudo. Ricordate di aggiungere il sale affumicato e che l’abbacchio al forno va mangiato caldo.

Articoli correlati

Ci sono alcuni articoli collegati a questo nel blog. Se ne volete altri usate la barra di ricerca del blog.

3 commenti su “Prepariamo l’abbacchio al forno con le patate”

  1. Anonimo

    Colpa di ricette come queste che hanno fatto distrutto il made in Italy nel mondo

    1. Vincenzo Serino

      Mi sa che hai le idee confuse sul made in Italy.

    2. Che bello nascondersi dietro l’anonimato pur di scrivere una stupidata. Il web e le capre spargi fango.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutazione ricetta




Su questo sito usiamo tools che conservano cookie sul vostro supporto per permetterne una miglior fruzione da parte vostra. Avete comunque il diritto di disabilitare questa funzione. Informativa sui cookie e la privacy: https://www.ricetteromane.it/privacy-policy-2/