Antipasti

Come si prepara la salvia fritta

 

La salvia fritta può essere un interessante antipasto per aprire lo stomaco e funzionare anche da finger food velocissimo da preparare. Vedremo 3 ricette dove la salvia fritta è l'ingrediente base.

Categoria    Antipasto
Cucina    Messicana
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 2 minuti
Portate 4 persone
Calorie 80 kcal

Ingredienti

  • 20  foglie  di salvia

Salvia fritta

  • 100  grammi  di farina

Salva in pastella

  • bicchieri  di liquido frizzante (acqua, birra, anche chinotto)
  • cucchiaio  di olio di semi di arachide
  • q.b.  aromi  limone o aceto se liquidi, ma anche paprika, curcuma o altro.

Salvia in pastella all'uovo

  • tuorli  d'uovo

Istruzioni

  1. Nella preparazione, ricordate di non tagliare di netto il gambo. Soprattutto se si parla di finger food dovrà servire ai commensali per prendere le foglie di salvia fritte.

    Foglie di salvia con gambo
  2. Riscaldate l'olio tra i 150 ed i 170 gradi. Perché la frittura non si impregni d'olio bisogna che la temperatura sia alta e si formi in fretta la crosticina intorno alla foglia.

    Ricordate di riciclare l'olio e non buttare quello usato nel water.

    Olio per frittura
  3. Vi faccio vedere il setting così come l'ho attrezzato per la frittura. Sulla sinistra i 3 recipienti, uno per ogni "tipo" di salvia fritta: solo farina, uova, pastella. Un fornello con il temometro che mi dica quando si arriva tra 150 e 170 gradi (con meno gradi si impregna di olio, con più gradi può bruciarsi). Quando ci arriva, allontano al padella dal fuoco un paio di minuti e la metto sui fornelli accanto, poi la rimetto sopra. In generale pensavo di mettere le foglie tutte assieme dentro, ma poi ho capito così facendo che si attaccano una all'altra; quindi, con il senno di poi, meglio usare la schiumarola e fare un paio di foglie per volta. Olio in eccesso non dovrebbe essercene, ma volendo potete mettere le foglie che tirate via dalla padella su un foglio di carta assorbente in un piatto.

    Setting per salvia fritta

Salvia fritta

  1. Semplicemente passate le foglie di salvia nella farina e poi nell'olio bollente.

    Foglia di salvia nella farina

Salvia fritta in pastella

  1. In un recipiente uniamo la farina, il liquido frizzante scelto, gli aromi che volete, il cucchiaio d'olio. E mescoliamo assieme.

    Poi ci passate dentro aiutandovi con il gambo, la foglia di salvia. Infine la passate nell'olio bollente.

    Pastella alla birra

Salvia fritta all'uovo

  1. In una terrina sbattete due uova. Passate la foglia prima nell'uovo sbattuto e poi nella farina.

    Tuorli d'uovo

La salvia è un’erba aromatica dal retrogusto amaro molto presente nelle campagne romane. Viene usata quindi in molte ricette come

Le scaloppine

Scaloppine al limone

Oppure la famosissima ricetta giudaico-romanesca a base di semolino:

Gnocchetti alla romana

Tuttavia la salvia fa la sua bella figura anche da sola. Ovviamente sempre ammorbidita dalla frittura, essendo per natura un’erba troppo coriacea da mangiare completamente cruda. Passiamo quindi a vedere come trattarla per farla diventare un ottimo antipasto.

Quindi adesso passiamo a vedere 3 modi per preparare la salvia fritta nell’olio bollente.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rating