Go Back
Pastella alla birra
Stampa

Pastella con la birra per fritti croccanti

La pastella è la prima ricetta che mi viene in mente da preparare con la birra. Il frizzante è la caratteristica essenziale che fa aumentare la croccantezza del vostro fritto. A questo ci si aggiunge il sapore della birra, che può incidere anche molto sul risultato finale. Di certo più dell'acqua.
Portata Base
Cucina Mondiale
Keyword Birra, Pastella
Preparazione 5 minuti
Tempo totale 5 minuti
Porzioni 4 persone
Calorie 290kcal
Cost 3€

Equipment

  • Un recipiente capiente a sufficienza
  • Una frusta per mischiare o un miscelatore

Ingredienti

  • 200 grammi di farina del tipo che volete
  • 300 grammi di birra
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • q.b. ogni altra spezia in polvere che vi piace
  • 1 cucchiaio di olio di semi di arachide

Istruzioni

  • Nella scodella mettete la farina, la birra, le spezie che avete scelto e ed il cucchiaio d'olio e mischiate con la frusta per almeno 5 minuti, e finché non abbia raggiunto una consistenza cremosa. Se è troppo liquida aggiungete farina, se è troppo consistente aggiungete birra.
  • L'olio svolge la solita funzione dei grassi: serve a dare una maggiore croccantezza all'impasto.
    Olio
  • Ora, meglio se aiutandovi con un miscelatore, mischiate bene gli ingredienti per alcuni minuti, fino a fargli assumere la consistenza cremosa.
  • La pastella va lasciata a riposare mezzora perché si amalgami bene la farina con il liquido. Mi raccomando di coprirla o rischia di seccarsi.
  • A questo punto potete tranquillamente ricoprire i pezzi che avrete prescelto con la pastella e friggerli fino a farli venire dorati e croccanti.
  • A Roma ci per esempio ci facciamo il baccalà. Ma questa è un'altra storia che vi racconterò più in là.
    Baccalà in pastella

Note

Gli ingredienti della pastella

In generale si usa la farina tipo 00; tuttavia si può usare anche la farina di riso, che ha una proprietà molto importante: è senza glutine, quindi può essere usata per i celiaci.
Il liquido utilizzato per la può essere acqua, birra, latte e molto altro. Tenete però presente che se la volete croccante sarà meglio sia frizzante. 
Potete anche aggiungere per esempio un cucchiaio di limone per aromatizzare per esempio.
Le spezie utilizzate, possono variare anche di molto il sapore del vostro fritto. Quindi, se volete il piccante mettete il peperoncino o il pepe, se volete il dolce mettete la paprika e così via. 

La frittura in pastella

La padella ideale per fare le fritture in pastella è la Wok perché permette di riscaldare l'olio in modo uniforme. Perché la frittura riesca bene, bisogna che gli ingredienti ed anche i recipienti siano freddissimi. Lo shock termico è fondamentale per far riuscire bene la frittura.
Anzitutto la padella non deve essere bagnata. Se l'olio bollente viene a contatto con l'acqua schizza.
La temperatura dell'olio deve essere intorno ai 170 gradi, e questo per non far impregnare il cibo di olio, ma per formare la crosticina in modo istantaneo.
Se non avete il termometro da cucina, o il fornello ad induzione, mettete l'estremità del fiammifero nell'olio e vedete se si formano le bollicine intorno; oppure buttate un pizzico di farina per controllare se sfrigola.