Frittata con asparagi e guanciale

Frittata di asparagi
Stampa

Frittata con asparagi e guanciale

Uova ed asparagi sono due degli ingredienti presenti da sempre sulla tavola dei romani. Questi possono essere combinati con infiniti altri (per esempio con la ricotta, la pancetta, i funghi...). E può essere preparato sia sul fornello, sia al forno, sia con il bimby. Si tratta comunque di un piatto molto saporito, sano e nutriente. Se tenete un poco di più alla linea sostituite il guanciale con la ricotta o con i funghi e taglierete via la metà delle calorie.
Portata Secondi piatti
Cucina Romana
Preparazione 5 minuti
Cottura 15 minuti
Tempo totale 20 minuti
Porzioni 4 persone
Calorie 350kcal
Chef Vincenzo Serino
Cost 5€

Ingredienti

  • 4 uova
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • 10 asparagi
  • 125 grammi di guanciale

Istruzioni

  • La qualità degli asparagi dipende da quanto amate i sapori delicati e da quanto pepe ci volete mettere. Ma il guanciale rilascia grasso di qualità quindi più ne mettete più gli asparagi devono tendere al viola, altrimenti non si sentono proprio.
    Asparagi
  • Pulite gli asparagi. Ossia tagliate e buttate l'estremità inferiore legnosa e fibrosa. Il resto fatelo a pezzi in modo grossolano.
  • Il guanciale vi consiglio di comprarlo fresco e di farlo voi stessi a tocchetti come se doveste preparare una carbonara. Sarà leggermente meno asciutto. Se no il guanciale già pronto andrà benissimo.
    Guanciale stagionato senza glutine e senza lattosio
  • La cipolla vi consiglio di prenderla bianca se la volete sentire un minimo. Molta della sua forza svanirà nella preparazione. Gli togliete la buccia esterna, il primo strato e poi la tagliate sotto l'acqua. Così eviterete di piangere e potrete fare tutta l'operazione in pochi secondi.
    Cipolla sotto l'acqua
  • Iniziate a mettere il guanciale in padella a far spurgare un poco di grasso. Ci accendete un fuoco bassissimo sotto, aspettate un paio di minuti e poi aggiungete la cipolla, e la fate imbiondire un minimo ed infine gli asparagi.
    Pezzetti di guanciale in padella
  • Mentre il guanciale si frigge un minimo, preparate le uova. In una boule rompete e strapazzate le uova. Poi mettetele nella padella a cuocere.
    Uovo
  • Salate e pepate a vostro esclusivo gusto. Io uso il sale affumicato danese perché con le uova sta particolarmente bene.
    Sale affumicato nel piattino
  • State attenti solo a non metterci troppo ripieno in proporzione all'uovo. L'uovo dovrà coprire il contenuto della padella.
  • Dopo un paio di minuti vedrete che le parti calde avranno cotto l'uovo e lo vedrete a vista solidificarsi sulle pareti della padella. Quando vi sembrerà che siano ben cotte sarà il momento di girare la frittata. Per la verità io non ho mai saputo rigirare la frittata nella vita reale, ma qui sono in cucina ed è solo una questione di allenamento, non di etica.
  • Non pensate comunque di fare gli sciolti e girare la frittata lanciandola in aria o facendo l'onda come con gli spaghetti. Fate come si fa normalmente. Appoggiate un coperchio senza bordi sulla padella e accompagnandolo rovesciate la frittata.
  • Aspettate un minuto ancora (è evidente però che la seconda parte ci metterà meno tempo a cuocere della prima), dopo il quale potete godervi il risultato finale.

Note

Le varianti della frittata di asparagi sono tantissime, ognuno ci mette gli ingredienti che vuole. Io avendo messo il guanciale ne ho fatto una ipersaporita. In generale diciamo che molto usati sono ingredienti come il pane ed il formaggio (sia esso ricotta, parmigiano, pecorino o fontina) come questo:
Possibile anche l'aggiunta di pesci come tonno e pesce azzurro.
Potete anche metterci diverse erbe aromatiche come la menta, il peperoncino, la curcuma, insomma date libero sfogo alla vostra fantasia.
Nel filmato avete visto che c'è la possibilità di preparala al forno. Ma è anche possibile prepararla con il bimby:

Lascia un commento

Valutazione ricetta




Su questo sito usiamo tools che conservano cookie sul vostro supporto per permetterne una miglior fruzione da parte vostra. Avete comunque il diritto di disabilitare questa funzione