logo logologo logo logo logo logo

Cosce di pollo con peperoni

Cosce di pollo con peperoni

E' una ricetta estiva romana tradizionale molto colorata e saporita che si serviva sopratutto nella zona dei Castelli Romani a Ferragosto. Come ogni piatto il suo successo dipende molto dalla scelta degli ingredienti su cui mi chiarirò meglio alla fine della ricetta. Ora vi guido passo passo come al solito per fare una ricetta facile e veloce.

Piatto Side Dish
Cucina Romana
Tempo di preparazione 15 minuti
Cottura 1 ora 30 minuti
Porzioni 3 persone
Calorie x 100 gr. 350 kcal
Chef Vincenzo Serino

Ingredienti

  • 3 cosce di pollo ruspante
  • 3 peperoni di medie dimensioni
  • 1 bicchiere di vino bianco dei Castelli Romani
  • 1 cipolla ma io ho preso un sugo pronto
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • q.b. olio extravergine o di semi di arachide
  • q.b. capperi anche questi erano nel sugo pronto

Prepariamo gli ingredienti

  1. Togliete le cosce di pollo dalla carta o dalla confezione. Metteteli in un piatto o in un recipiente, salateli e pepateli.

    Cosce di pollo nel piatto
  2. Pulite la cipolla come vi consiglio di fare (se non avete preso un sugo pronto.

    Cipolla sotto l'acqua
  3. Pulite i peperoni come vedete nell'articolo, e tagliateli a pezzi grossolani. Ricordate di tenere da parte un peperone rosso a tre punte (trovate il motivo nelle note).

    peperoni pelati e da pulire

Come si fanno le cosce di pollo con peperoni

  1. Mettete un filo d'olio in padella, con i due spicchi di aglio in camicia, e le cipolle tagliate a fettine molto sottili e fate soffriggere il tutto a fuoco basso fino a che le cipolle diventino quasi trasparenti.

  2. Alzate al massimo la fiamma e fate in modo che le cosce di pollo siano ricoperte di olio. Fatele rosolare un paio di minuti in modo da sigillare bene i pezzi di carne.

    Cosce di pollo in padella
  3. Aggiungete il sugo pronto, o quello che avete preparato. Poi aggiungete il vino e mettete la fiamma ad un livello medio.

  4. Aggiungete i peperoni.

  5. Mettete dentro il bicchiere di vino bianco dei Castelli

  6. Coprite il tutto. Il tegame deve stare coperto sul fuoco non meno di mezzora, ma comunque dipende da quanto volete saporito il sugo. Io l'ho fatto stare un'ora e mezza.

    In ogni caso, buttateci sempre un occhio. Queste ricette sono "traditrici" e se il vino dovesse asciugarsi più del previsto, rischiate che il sugo si secchi troppo.

    Infine servite a tavola con abbondante pane per fare la scarpetta.

    Cosce di pollo con peperoni

Approfondimenti

Pollo con peperoni: altri metodi di cottura

Semplicemente prevede di non aggiungere il pomodoro. Light mi pare una parola grossa, il pomodoro non è così tanto calorico da giustificare questo attributo.

Volendo potete anche fare il pollo con peperoni al forno o in pentola a pressione; io però ho scelto la padella per tenere più sotto controllo la consistenza del sugo. Se lo metto fuori vista e sbaglio minimamente le dosi, il sugo rischia di di seccarsi troppo ed allora non sarebbe più recuperabile.

Scelta degli ingredienti del pollo ai peperoni

Il pollo

Tipo di pollo

Deve essere ruspante. Sull’etichetta o sul cartellino ogni pollo deve stare scritta la provenienza, ed il tipo di allevamento. Dateci quindi un occhio.
Per i trucchi sulla preparazione del pollo vi rimando alle note in fondo alla ricetta.

Pezzi da utilizzare nella ricetta

Io ho usato le cosce per un motivo preciso. Le ho volute tenere molto sul fuoco per fare un sugo più buono e consentire una fantastica scarpetta; anche se la carne sarà leggermente meno saporita sarà ben compensata dai peperoni e dal sugo. I pezzi più piccoli, se tenuti troppo tempo sul fuoco, tendono a seccarsi troppo. Potete però anche fare i bocconcini di pollo con peperoni, avendo però l’avvertenza di ridurre drasticamente il tempo sulla fiamma (non più di 20-30 minuti). In teoria pezzi diversi andrebbero messi sul fuoco in tempi diversi secondo la grandezza, ma poi si complica troppo ed a me piacciono le cose semplici.

I peperoni

Usate i peperoni che volete; gialli, rossi o verdi. Ma tenete da parte un peperone rigorosamente rosso ed a 3 punte. Questo perché è il più dolce tenero di tutti; quindi volendo si può aggiungere all’ultimo momento se si vede che sono pochi, anche a crudo.

Il sale

Evitate quelli come il sale rosa dell’Himalaya perché non si scioglie proprio mai. Il sale marino normale, o anche quello affumicato, andranno benissimo.

Olio

Di semi di arachide se non volete sentire il sapore delle olive. Ma in questo caso anche quello extravergine va bene. In questo piatto le olive stanno bene.

Cipolle

Dipende da quanto vi piacciono forti. Bianche sono le più forti, rosse più delicate, dorate una via di mezzo.

Pomodori

Io uso quello a pezzettoni. Ma potete usare anche i sughi pronti fatti apposta, con olive, cipolle e capperi. Ma qui è a vostro esclusivo gusto.

Aglio

Due spicchi in camicia si sentono appena. Ricordate solo di toglierlo a cottura ultimata.

Vincenzo Serino

Vincenzo Serino Laugher0111@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *