Vai al contenuto

Riso e lenticchie alla romana

E’ una ricetta saporita caratterizzata dalla presenza del guanciale, del peperoncino e della cipolla per insaporire il piatto. E’ un piatto molto saziante, facile da preparare ma che richiede i suoi tempi.

Quando fate un piatto di questo genere vi dovete chiedere quanto bene volete che riesca. Se vi basta mangiare, potete non far tostare il riso e buttarlo nel soffritto per esempio. O non sfumare il guanciale con il vino. Ma se invece vi piace mangiare bene, dovrete seguire alla lettera il procedimento descritto.

Invece dell’acqua potete usare il brodo vegetale per far venire le lenticchie più saporite. Ma non è fondamentale come quando si fa il lesso.

OK. Andiamo a cucinare.

Riso e lenticchie

La ricetta di riso e lenticchie alla romana è molto più saporita delle altre per la presenza del guanciale, un salume dal sapore molto forte.

Piatto Primi piatti
Cucina Romana
Preparazione 2 ore
Cottura 1 ora 15 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 200 grammi di lenticchie secche

Per l'ammollo

  • 2 foglie di alga kombu
  • 2 cucchiai di aceto

Per la cottura delle lenticchie

  • 2 foglie di alloro

Per il soffritto

  • 1 fetta di guanciale
  • 1 cipolla bianca
  • 2 carote
  • 2 filetti di alici
  • 2 dita di vino

Per la ricetta del riso e lenticchie

  • 400 grammi di riso Carnaroli
  • q.b. sale

Istruzioni

Fase dell'ammollo

  1. Le lenticchie secche vanno messe in ammollo con acqua, due cucchiai di aceto. I motivi per fare questa operazione li trovate nell'articolo sull'ammollo dei legumi.

    Lenticchie in ammollo
  2. Aggiungete due foglie di alga kombu che aiutano ad ammorbidire.

    Alga kombu

Prepariamo il soffritto

  1. Iniziamo a fare il battuto di guanciale. Togliete la cotenna, fate a pezzi il guanciale e mettetelo nel frullatore. Poi lo mettete a spurgare in padella. Quando avrà tirato fuori un bel po' di grasso, sfumate con il vino bianco ed alzate la fiamma sotto per farlo abbrustolire un minimo e fargli fare la crosticina che piace tanto.

    Battuto di guanciale
  2. Togliete lo strato esterno alla cipolla, tagliatela prima a metà e poi a cubetti o a fettine. Sciacquate le carote, apritele a metà, togliete l'anima verde dura, e poi fatele a cubetti. Togliete i filamenti e le foglie al sedano e fatelo a cubetti. Scegliete una padella abbastanza grande da contenere anche tutto il riso. Poi abbassate il fuoco e mettete tutto nella padella del guanciale fino a che la cipolla non sarà imbiondita.

    Soffritto per la pasta

Come cuocere le lenticchie

  1. Ora dovete mettere il soffritto con le lenticchie in una pentola di terracotta, con l'acqua a coprirle. Mettete il coperchio altrimenti si seccano. Devono stare circa 1 ora e mezza. Ma voi assaggiate e regolatevi sulla loro consistenza.

    Lenticchie in umido
  2. Aggiungete due foglie di alloro, che ne faciliteranno la digestione.

    Alloro

Prepariamo il riso

  1. Diciamo subito che il riso va tostato in un recipiente a parte. Se non lo fate si attaccano i chicchi e non va bene. Quindi si mette il riso rigorosamente a secco a fuoco molto alto (almeno 220 gradi), e lo fate stare finché riuscite a mettere la mano sopra e lasciando cadere i chicchi non produrranno il caratteristico rumore metallico.

    Tostare il riso
  2. Mettete il riso tostato nella padella dove avete messo il soffritto. Ed aggiungete acqua a coprire.

    Riso e cipolla con guanciale in padella
  3. Infine uniamo le lenticchie, il peperoncino a crudo tagliato a rondelle, mescoliamo, e portiamo a tavola.

    Peperoncini a rondelle

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutazione ricetta




Su questo sito usiamo tools che conservano cookie sul vostro supporto per permetterne una miglior fruzione da parte vostra. Avete comunque il diritto di disabilitare questa funzione