Dolci

Torta di ricotta senza farina: la cassola

Torta di ricotta senza farina: la cassola.

La cassola è un dolce che proviene dall'influenza giudaica sulla cucina romanesca come i carciofi alla giudia e gli gnocchi alla romana. La base è la ricotta romana di pecora con il suo sapore forte e la sua caratteristica è di essere senza farina e senza grassi aggiunti. Contiene solo 170 calorie per 100 grammi di prodotto. quindi può entrare tranquillamente anche nelle diete. Si tratta inoltre di una ricetta gluten-free e quindi adatta ai celiaci.

Categoria Dolci
Cucina Romana
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Tempo totale 1 ora
Portate 8 persone
Calorie 170 kcal

Ingredienti

  • 600 grammi di ricotta romana
  • 80 grammi di zucchero semolato
  • 4 uova
  • 100 grammi di uvetta
  • tutta la buccia di un arancio o di un limone grattugiato
  • q.b. sale
  • q.b. cannella
  • q.b. burro e pangrattato per ungere la teglia se non avete il tappetino.

Istruzioni

  1. Mettiamo a bagno l'uvetta che in genere si è un poco seccata, quindi è bene bagnarla un minimo.

    Uvetta
  2. Grattugiamo la buccia dell'arancio e/d del limone.

  3. Setacciamo la ricotta romana e lo zucchero.

    Setacciare la farina
  4. Montare con la frusta la ricotta con lo zucchero. Poi unire le uova una per volta, aggiungere la buccia grattugiata, la cannella ed un pizzico di sale. Infine unite l'uvetta.

  5. Usando io il mio fido anello, con il tappetino e la teglia traforata, non ho alcun bisogno né del burro né del pangrattato. Li ho però messi negli ingredienti perché capisco che potreste usare una normale teglia da 20 cm. Lo scopo di quest'attrezzatura è di rendere uniforme la cottura.

    Tappetino, teglia ed anello microforati
  6. Oppure, sempre per non usare burro e pangrattato potete foderare la teglia con la carta forno, come vedete qui.

  7. Mettere tutto in forno a 180° in forno statico, preriscaldato per 40 minuti. E buona colazione..

  8. Infine, quando esce, spolverare di zucchero a velo.

Note

La cassola si conserva un massimo di 3 giorni in frigorifero, ma prima si consuma e meglio è. Non si può assolutamente congelare pena una grave perdita di qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rating