Crema inglese

 

Crema inglese
Stampa

La crema inglese

La crema inglese è un classico dessert al cucchiaio che si accompagna a tantissimi dolci, come le lingue di gatto ed alla frutta (es.: fragole). Vediamo passo passo come farla.
Portata Creme
Cucina Mondiale
Preparazione 10 minuti
Cottura 15 minuti
15 minuti
Tempo totale 40 minuti
Porzioni 4 persone
Calorie 143kcal
Cost 5€

Ingredienti

  • 500 grammi di latte intero UHT
  • 100 grammi di zucchero semolato
  • 130 grammi di panna
  • 170 grammi di crema pasticcera
  • 8 tuorli
  • 1 limone o arancia di cui prendere la buccia
  • 1 pizzico di sale

Altro

  • q.b. liquidi per aromatizzare, alcolici o no. Anche cioccolato per esempio.

Istruzioni

  • Mettete una ciotola di acqua nel freezer a freddarsi. Poi mettete i 3 fogli e mezzo di colla di pesce (ognuno pesa 2 grammi), in acqua fredda ad ammorbidirsi.
    Colla di pesce
  • Grattugiate la buccia del limone o dell'arancia senza prendere la parte bianca ovviamente perché amara.
    Limone su carta forno
  • "La vaniglia è il più potente dolcificante naturale che esista, un grammo di vaniglia basta a dolcificare 10.000 grammi di un altro prodotto" (cit. Iginio Massari).
    Prendete il baccello di vaniglia, lo incidete per il lungo, togliete i semi e li aggiungete al liquido di latte e panna, con tutto il baccello, che poi andrà tolto prima di mescolarlo ai tuorli. Io per ottenere un risultato migliore lo metto nel latte la sera prima ed esce uno spettacolo.
    Vaniglia
  • Separate i tuorli dagli albumi delle uova.
    In una boule mettete 4 tuorli medi (per un peso totale di circa 70 grammi), Aggiungete lo zucchero e mescolate bene per qualche minuto, fino a che non inglobi e non diventi un composto fluido. Sollevando la frusta in gergo si dice che deve "scrivere".
    Tuorli e zucchero
  • Mettete in un pentolino sufficientemente grande il latte con la panna. Accendete il fuoco e portate il tutto a bollire (significa spegnere il fuoco un attimo prima che il liquido bolla). Si forma un velo di panna sopra il liquido e lo dovrete togliere con un cucchiaio oppure, meglio, con una schiumarola. Aggiungete in questa fase la colla di pesce e fatela sciogliere bene.
    Latte che bolle
  • Spegnete il fuoco ed unitelo poco alla volta al composto di tuorli e zucchero, mescolando vigorosamente fino a stemperarlo. Poi rimettete il tutto sul fuoco. Badate bene di non raggiungere gli 85 gradi o i tuorli diventano frittata e la crema rischia di bruciarsi. Fate stare il liquido diversi minuti finché non si sia ridotto a sufficienza. Mentre si riduce mescolate bene con una frusta passandola sul fondo, casomai rischi di attaccarsi.
  • Tirate fuori il recipiente dal frigo e versateci la crema dentro. Ancora una volta anima, coraggio e termometro alla mano; dovete far scendere rapidamente la temperatura fino a 15 gradi. Una volta raggiunta la temperatura giusta prendete un foglio di plastica alimentare e mettetelo aderente. Se non lo fate la crema si ossiderà e si formerà una crosta superficiale. L'alternativa è mettere il contenitore con la crema dentro in un altro dove avete messo acqua e ghiacciata con cubetti di ghiaccio.
    cubetti di ghiaccio
  • Dopo 30 minuti avrete la vostra crema inglese pronta all'uso. Tenete presente che ha una consistenza più liquida della crema pasticcera e quindi si dovrà usare per un dolce al cucchiaio e non come ripieno.
    Aggiungendo alla crema inglese la panna montata si ottiene la classica crema bavarese. Nella cucina romana, può essere un sostituto della crema pasticcera nelle zeppole di San Giuseppe. Può servire inoltre da base per alcuni dolci tra cui la bavarese e da accompagnamento per la pasticceria leggera o per colombe e panettoni.
    Crema inglese

Note

Differenza tra crema inglese e crema pasticcera

Si differenzia dalla crema pasticcera per il fatto di non contenere l'amido. Non essendoci l'addensante necessita quindi di colla di pesce per assumere la sua caratteristica consistenza vellutata. In realtà sono identiche nel sapore e nella consistenza non avendo l'amido e la colla di pesce un sapore identificabile. Qualcuno dice che nella crema inglese non si usa la farina quindi va bene per gli intolleranti al glutina, ma se la si deve fare bene nemmeno nella crema pasticcera va usata.

Lascia un commento

Valutazione ricetta




Su questo sito usiamo tools che conservano cookie sul vostro supporto per permetterne una miglior fruzione da parte vostra. Avete comunque il diritto di disabilitare questa funzione