Zucchine gratinate al forno

Le zucchine al forno sono la ricetta di un contorno vegetariano, semplice ed economico. Si tratta in pratica di zucchine ricoperte di pangrattato cotte al forno, che diventano croccanti fuori ma morbide dentro a differenza delle chips di zucchine che sono invece croccanti fuori e dentro.

  • 4 grosse zucchine romane
  • q.b. sale
  • 50 grammi di pan grattato
  • 4 zucchine romane belle grosse
  • q.b. spezie che volete (origano per me)
  1. Prendete le 4 zucchine romane e lavatele bene sotto l’acqua fredda per togliere gli eventuali residui terrosi. Poi,, togliete il fiore davanti ma non l’ultima parte più dura.

  2. Usando la tecnica del pugno, ora tagliatele a fettine abbastanza sottili. La “tecnica del pugno” per tagliare la verdura potete vederla nel filmato alla fine dell’articolo. Serve a non far fare alle vostre mani la fine delle zucchine romanesche.
  3. <iframe  itemprop=”itemListElement” width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/VLtufLvnJDs” frameborder=”0″ allowfullscreen=””></iframe>
  4. Arrivati alla fine, tenendole per l’ultima parte dura che voi, furbi, avete conservato, potete tagliare senza difficoltà a fettine anche l’ultimo pezzo.
  5. In una ciotola versate l’olio extravergine, mentre in un’altra metterete il pan grattato. Nella ciotola del pangrattato mettete anche la spezia che avete scelto. Abbiate cura di mettere la spezia ed il pangrattato in proporzioni compatibili, quindi non un grammo di spezia in 100 grammi di pangrattato per esempio, altrimenti non la sentite proprio.
  6. Su una teglia mettete un foglio di carta forno. Se le avete tagliate bene vi servirà una teglia per ogni zucchina.
  7. Ciascuna fettina la passate prima nell’olio e poi nella scodella con il pangrattato e la spezia. Infine la posate sul foglio di carta forno preparato in precedenza.
  8. Infornate il tutto nel forno preriscaldato a 220 gradi per 20 minuti.
  9. Infine presentate a tavola.

Due accorgimenti.
Il primo: se volete usare meno teglie potete fare le zucchine a piccoli spicchi invece che a rondelle o a nido d’ape. In questo modo nella teglia ce ne entreranno molte di più.

Il secondo: se fate le zucchine a spicchi, potete buttarci sopra il pangrattato e la spezia, a pioggia. In un minuto avete fatto un’operazione che in genere richiede anche mezzora.

La “tecnica del pugno” per tagliare le verdure

 

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi