Concia di zucchine romane

E’ una ricetta che viene dalla tradizione giudaico romanesca molto simile alle zucchine alla scapece della tradizione napoletana. La differenza sta probabilmente solo nell’uso, in questo caso, delle zucchine romane che sono quella varietà scanalata che presenta un fiore sulla sommità e della menta romana. E’ un contorno, facile, veloce e molto economico, che potete abbinare molto bene sia alla carne che al pesce.

  • 10 zucchine
  • 6 spicchi di aglio
  • q.b. olio (ce ne vorrà abbastanza perché una buona frittura lo richiede.)
  • q.b. aceto di vino bianco
  • q.b. sale
  • q.b. pepe nero
  • q.b. prezzemolo
  • q.b. menta romana
  1. Togliete la camicia ai sei spicchi d’aglio. Ossia la pellicola bianca che circonda ogni spicchio d’aglio. Divideteli a metà e togliete l’anima verde interna che è indigesta.

  2. Mettete questi spicchi insieme al prezzemolo ed alla menta. Poi, con l’aiuto di un coltello tritate finemente entrambi.

  3. Dopo aver reciso il fiore e tagliato l’estremità inferiore della zucchina, fatela a fettine secondo il metodo “a nido d’ape” o “a fetta di salame”. La forma sarà appunto quella della cella di un alveare.

  4. In una padella abbastanza capiente versate olio a sufficienza per coprire le zucchine. Poi portate l’olio a 160-170 gradi. Ad una temperatura inferiore non friggono, si ammollano nell’olio e basta. Se non avete un termometro da cucina come il mio, dopo un minuto e mezzo buttate una zucchina dentro la padella e vedete se sfrigola. In questo caso abbassate il fuoco per mantenere la temperatura più o meno costante e buttate le zucchine dentro.

  5. Nel frattempo che friggono preparate un piatto con un foglio di carta assorbente. Dopo 3-4 minuti togliete le zucchine dalla padella con una schiumarola e mettetele sul foglio; poi mettete un altro foglio sopra e spingetelo un minimo sulle zucchine per assorbire l’olio in eccesso.
  6. Salate e pepate a vostro gusto.
  7. Aspettate che si freddino un minimo; poi,In una teglia capiente a sufficienza, mettete uno strato di zucchine ed uno con un poco di prezzemolo ed aglio. Poi fate uno strato via l’altro, fino ad esaurimento delle zucchine

    Infine versate sopra l’aceto e l’olio a coprire.

  8. Così fatte le zucchine reggono diversi giorni ed anzi, c’è chi sostiene che più stanno più migliorano. Più aspettate meglio si impregneranno dei sapori. Ma senza esagerare però.

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi