Antipasti

Uovo in camicia

Uovo in camicia

L'uovo in camicia (lo potete anche chiamare uovo pochè - che significa tasca- per fare un bella figura con poco) è la colazione ideale per una colazione veloce e nutriente. Si butta dal guscio direttamente in acqua "quasi" bollente. La camicia è costituita dall'albume che si solidifica intorno al tuorlo.

Se pensate che sia facile sbagliate. Ci vogliono davvero tante attenzioni e, a mio parere, può tranquillamente essere una prova da proporre ad uno chef per vedere se sa fare il suo lavoro.

Categoria Antipasto
Cucina Romana
Tempo di preparazione 2 minuti
Tempo di cottura 1 minute
Portate 1 persona
Calorie 143 kcal

Ingredienti

  • 1 uovo più possibile fresco
  • q.b. sale Affumicato danese se possibile
  • q.b. pepe
  • q.b. aceto di vino bianco

Istruzioni

  1. Anzitutto, bisogna scegliere l'uovo più fresco possibile. I diversi modi per capirlo da soli o come scegliere al supermercato le uova fresche le vedete sul mio articolo sulle uova. Sarebbe troppo lungo da descrivere qui. Se non è fresco, sale a galla nell'acqua e l'albume non si solidifica intorno.

  2. Il sale da usare dovrebbe essere quello affumicato danese che trovate descritto qui e che è l'ideale per tutti i piatti a base di uova.

  3. Qualunque aceto usate non altererà il sapore ma il colore dell'uovo. Se usate quindi l'aceto l'aceto di vino rosso, l'uovo in camicia si macchierà di rosso. Se usate quello balsamico inoltre quando l'acqua bolle si formerà una schiuma che andrà tolta con l'apposita schiumarola. Meglio evitare.

La ricetta delle uova in camicia

  1. Siamo pronti. Mettete un pentolino con l'acqua sul fuoco.. L'acqua dovrà raggiungere gli 85 gradi ma non dovrà bollire. Non avendo un termometro, regolatevi con le prime bollicine. Quando le vedete salire, la temperatura sarà giusta. Ora mettete abbassate il fuoco al minimo per mantenerla costante.

  2. Adesso con un coltello o sbattendolo leggermente su un mobile, crepate leggermente l'uovo.

  3. Ok. Ora aiutandovi con una frusta o con un cucchiaio create un vortice nell'acqua della pentola. Non serve sia troppo potente. Ricordate che una volta che mettete l'uovo nel pentolino, il vortice dovrà essere tenuto vivo fino a quando l'albume non si solidifichi intorno all'uovo.. Però per carità non pensate di dover creare il vortice oceanico. Se lo fate troppo forte l'albume si stacca dall'uovo, viene a galla e la ricetta non riesce.

  4. Quanto devono bollire le uova?

  5. Il tempo che deve restare l'uovo sul fuoco varia in dipendenza di quanto è alto il fuoco che avete acceso sotto. Diciamo che varia dal minuto e mezzo ai 2 minuti e mezzo. Vi dovreste regolare sulla quantità di albume che sale in superficie.

  6. Poi con una schiumarola lo tirate fuori. Controllate a vista e vedete se il tuorlo si è solidificato un minimo; in caso contrario rimettetelo dentro qualche secondo. Se lo tirate fuori ora, quando aprirete il tuorlo, si sgonfierà come un palloncino, e somiglierà ad una frittata. Ora impiattate, per esempio su una bruschetta o sulla cicoria ripassata come me.

    Il problema di questo tipo di preparazione è che dovrete per forza fare un uovo per volta.

Come usare la pellicola per cuocere l'uovo poché

  1. La cosa migliore per cucinare l'uovo sarebbe trovare dei sacchetti della giusta dimensione ma non avendolo dovrete usare la pellicola da forno, che trovate in qualunque supermarket.

  2. Tagliatela della dimensione che ritenete opportuno.

  3. Coprite TUTTA la superficie della pellicola con olio, spalmandola con le dita. Se non lo fate l'albume si attaccherà completamente alla pellicola e staccarlo sarà un'impresa. Anche se sarà comunque buonissimo.

  4. Mettete la pellicola su una ciotola, ed apriteci l'uovo sopra. La pellicola si accartoccerà su sé stessa. A questo punto aiutandovi con le fascette che io ho trovato all'interno della pellicola che mi hanno venduto, chiudete la sommità del sacchetto. Potete usare comunque qualunque sistema per tenere il sacchetto chiuso.

  5. Potete anche fare così più di un uovo in camicia, se avete trovato il modo di chiudere più sacchetti assieme: le fascette, le pinzette, i laccetti, qualunque cosa.

Come cucinare l'uovo in camicia al forno

  1. E' senza dubbio il modo più comodo per cuocere le uova in camicia. Prendete una forma abbastanza grande da contenere l'uovo intero. Spalmatela interamente di olio. Se non lo fate, poi col piffero che lo tirate fuori intero.

  2. Rompete le uova intere all'interno della forma che avete scelto e mettetele in forno.

  3. Qualunque sia la temperatura a cui le cuocete, guardate la superficie della forma. Quando sarà bianca significa che l'albume si è rappreso.

  4. Tirate fuori l'albume dalla forma scelta. Ricordate però che l'albume, nonostante l'olio, aderisce alla forma ma non sarà attaccato. Casomai non venga via da solo, aiutatevi nell'operazione infilando un coltello ai lati della forma.

  5. Alla fine impiattate e servite a tavola.

Note

Il tuorlo galleggia nell'albume ed affonda nell'acqua. L'albume affonda nell'acqua da crudo mentre galleggia se cotto. Quindi, se fate l'uovo poché nella pellicola o al forno nelle forme, l'uovo salirà in superficie. Quando lo girate tenetene conto. Se lo mettete su una bruschetta per esempio, è meglio che il tuorlo sia più a contatto con il pane, quindi rivolto verso il basso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rating