La ricetta della ricotta romana fritta, finger food facile

La ricotta romana classica è di pecora ed ha un sapore acidulo che ben si abbina con il dolce. Facile e veloce da preparare, è anche molto saporita.

Ricotta fritta
Stampa

La ricetta della ricotta romana fritta

La ricotta fritta è un'ottima ricetta da finger food, facile, economica e veloce da preparare. Quella romana è di pecora e quindi ha un sapore forte e deciso dovuto al maggior contenuto di grasso rispetto agli altri tipi di ricotta.
Portata Antipasto
Cucina Romana
Preparazione 10 minuti
Cottura 5 minuti
Tempo totale 15 minuti
Porzioni 4 persone
Calorie 180kcal
Cost 5€

Ingredienti

  • 400 grammi di ricotta romana di pecora in pezzo intero
  • 3 uova intere
  • q.b. pangrattato
  • q.b. olio
  • q.b. pepe o altre spezie

Istruzioni

  • Togliete il vostro pezzo intero di ricotta dalla confezione in plastica o carta e, con un coltello tagliatela a cubi di circa 3 centimetri di lato. Abbiate cura di non usare coltelli con la lama e soprattutto seghettati che potrebbero rovinare il filo, ma quelli fatti apposta per il formaggio che sono in ceramica.
    Cubi di ricotta
  • Su questi cubi di ricotta mettete le spezie che avete scelto: pepe, peperoncino, erbe aromatiche, secondo il vostro gusto. Senza disfare ovviamente i cubi.
    Peperoncini piccanti
  • In una boule o in un piatto rompete le 3 uova e sbattetele bene.
    uovo nel piatto
  • In un piatto mettete una manciata di pangrattato.
  • Adesso ci sono due modi per procedere. O mettete abbastanza olio da coprire interamente i cubi di ricotta,
    Olio per frittura
  • Adesso passate i vostri cubi di ricotta prima nelle uova e poi nel pangrattato e metteteli da parte.
    Preparazione ricotta fritta

Come fare la ricotta fritta

  • Ora ci sono due modi di procedere. O mettete abbastanza olio da coprire interamente i cubi di ricotta oppure ne mettete abbastanza da coprirne metà. Tenendo però presente che ad un certo punto i cubi andranno girati. Per l'operazione potete servirvi di una pinza da cucina.
    L'olio dovrà essere ad alto punto di fumo e dovrà riscaldare almeno fino a 160-170 gradi. Se non avete un termometro da cucina mettete ogni tanto una punta di pangrattato nell'olio e controllate che sfrigoli. Se la temperatura è inferiore il cubo rivestito di pangrattato si impregnerà di olio, se è superiore l'olio brucerà e fa male.
    Non vi scordate che l'olio può essere riutilizzato fino a 6 volte e che non va smaltito nel lavandino ma negli appositi punti di ritiro dell'olio esausto.
    Cubo di ricotta nell'olio

Abbinamenti della ricotta fritta

  • In generale si associa a marmellate di agrumi, che hanno un sapore dolce che ben si complementa con il gusto forte della ricotta di pecora.
    Ricotta fritta

Lascia un commento

Valutazione ricetta




Su questo sito usiamo tools che conservano cookie sul vostro supporto per permetterne una miglior fruzione da parte vostra. Avete comunque il diritto di disabilitare questa funzione